15€ SPECIALE BLACK FRIDAY usa il codice: BF15 - su ordini di almeno 59,90€ fino al 27 novembre

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Formato (Litri)0.75

Lagrein Riserva Alto Adige Doc – Rottensteiner

Il Lagrein si presenta di un rosso rubino scuro, nella gioventù con riflessi violacei i quali con il progresso dell’invecchiamento si trasformano in riflessi granati. È un vino piacevole e secco, con note di viola, di cioccolato, di liquirizia, in bocca lascia una sensazione vellutata e leggermente tannica; tannini dolci però, come si ottengono solo nella conca di Bolzano.

Il Lagrein è una delle varietà autoctone dell’Alto Adige. In passato fu prodotto principalmente come rosato, ma dagli anni 80 in poi si è affermata la vinificazione da vino rosso.

Lagrein Rosato Alto Adige Doc – Rottensteiner

Il Rosato con il suo carattere vivace e fresco è un tipico vini d’estate, specialmente se servito a temperatura moderata.

Storicamente parlando il rosato sarebbe la forma originaria del Lagrein. Un tempo si pigiava l’uva e dopo poche ore allo svinamento il mosto passava per un cesto, chiamato Kretz, che aveva la funzione da setaccio. Negli anni 80 il Lagrein rosato è stato quasi dimenticato mentre al momento vive una rinascita grandiosa.

Santa Maddalena classico Alto Adige Doc – Rottensteiner

Il Santa Maddalena è un vino leggero, pieno e fruttato, con note di ciliegia e viola, con un leggero retrogusto di mandorla amara.

La collina di Santa Maddalena è la migliore zona viticola dell’Alto Adige. Di questo testimonia il fatto che negli anni 40 il Santa Maddalena fu contato ai 3 vini più buoni d’Italia (insieme a Barbaresco e Barolo). Per la produzione di questo vino vengono utilizzate uve Schiava con un 4 – 5 % di Lagrein. Siccome le due varietà crescono già insieme nel vigneto, la componente del Lagrein viene inclusa nel bouquet e nel sapore del vino sin dall’inizio, fatto che garantisce totale armonia.

Pinot Grigio Alto Adige Doc – Rottensteiner

Il Pinot Grigio dà vini molto complessi con un colore paglierino intenso e note di banana, vaniglia e erbe aromatiche. La temperatura di servizio ottimale si aggira ai 10-13 °C. Come quasi tutti i vini bianchi altoatesini, anche il Pinot Grigio va bevuto fresco, al massimo dopo due anni.

Il Pinot Grigio è una mutazione genetica del Pinot Bianco. Dal colore della bacca color rame ricorda quasi ad una varietà rossa.

Pinot Nero Alto Adige Doc – Rottensteiner

Il Pinot Nero è un vino rosso pieno e fruttato, con note di visciola.

Come temperatura al consumo si consigliano i 20–22 °C. Il Pinot Nero è un vino più durevole, tiene almeno per 4 – 5 anni, buone annate anche di più.

Il Pinot Nero viene coltivato in Alto Adige da oltre 100 anni, e si trova proprio a suo agio. Questo viene certificato dal fatto che i Pinot Neri altoatesini vengono classificati i migliori d’Italia e che hanno convinto anche su concorsi internazionali. Questo nonostante il Pinot Nero è una varietà difficile, con alte esigenze a clima e terroir, che reagisce in modo estremo su alte produzioni e che non perdona nessun errore in cantina.